Cenni Storici di  Ceppeto  

 

 

Si narra che Lamporecchio fosse famosa per la novella di Masetto scritta dal Boccaccio ed ambientata nel monastero delle “Brigidine” da Lamporecchio ( il Castellaccio) distante circa 300 m da Ceppeto e oramai inesistente .

Ad impreziosire la vista , che si gode da Ceppeto vi è la grandiosa villa dell'architetto Bernini, commissionata dalla famiglia Rospigliosi per la dimora di Papa Clemente IX, oltre i monti Pisani che appaiono guardie all'orizzonte marino, i vigneti di Cerreto Guidi e la sua villa Medicea e San Miniato la cui torre campeggia nei ricordi del tempo.

Da ricordare che prende i natali dalle forre di Ceppeto il Ventura Vitoni , allievo di Bramante e famoso architetto.

   La Natura del Montalbano di Ceppeto

Il territorio del comune di Lamporecchio si estende per 22,17 kmq in collina e pianura, dalle pendici occidentali del Monte Albano al padule di Fucecchio. Abitato fin dall'epoca romana, ebbe origine da un antico feudo; esso venne incorporata nel 1774 alla comunità e podesteria di Serravalle, staccandosene nel 1810 per unirsi alla frazione di Larciano.
Ha raggiunto l'assetto attuale nel 1897 quando Larciano è divenuto comune autonomo. Lamporecchio, che si sviluppò lungo il tracciato della strada che dal Valdarno Inferiore raggiungeva Pistoia attraverso il Monte Albano, fu dall'XI al XIII secolo feudo dei vescovi di Pistoia che videro confermati i loro privilegi dai diplomi imperiali di Federico I (1155), Arrigo VI (1196) e Ottone IV (1209); ma già nel 1224, dopo vivaci dispute, ne fu riconosciuta la giurisdizione politica al comune pistoiese.
Nel corso delle guerre tra Pistoia, Lucca e Firenze (1306-1328) Lamporecchio passò alternativamente di mano, finché Firenze, dopo averlo concesso a Pistoia nel 1329, non ne decise l'annessione definitiva al proprio distretto nel 1351. A Lamporecchio nacque il poeta Francesco Berni (1497-1535).

Gli Artefatti settecenteschi           

La Fattoria
Nella cornice pedocollinare delle “Colline di Leonardo”, nella zona sud-occidentale del Montalbano di Lamporecchio, si trova la fattoria di Ceppeto, probabilmente originaria dei primi del 1150 d.c.


Infatti lo storico Emanuele Repetti pubblica nel suo dizionario geografico toscano, edito nel 1860 ca, una scheda a proposito di Porciano di Lamporecchio, in cui le esatte annotazioni sono : ” - Porciano è piccolo villaggio che ha dato il vocabolo ad una chiesa parrocchiale (S. Giorgio a Porciano) nel Piviere Comunità e circa miglia uno e mezzo a grecale di Lamporecchio, Giurisdizione di Cerreto Guidi, Diocesi di Pistoja, Compartimento di Firenze.
Siede sul fianco meridionale del Monte Albano, presso a una sommità posta tra il giogo di S. Baronto e quello di S. Alluccio.
Vi ebbero signoria i vescovi di Pistoja sino da quando l'Imperatore Ottone III nel 1198 confermò a uno di quei prelati fra le altre cose la villa di Ronco presso Porciano, e quella di Ceppeto presso Lamporecchio. Infatti la villa di Ronco é rammentata fra i possessi della mensa vescovile pistojese fino dall'anno 756 in una membrana del monastero di S. Bartolomeo di Pistoja”.


E' con il settecento che il territorio assume, con le sistemazioni agrarie e architettoniche, i connotati conservati fino ad oggi.
La casa padronale con il suo giardino con essenze aromatiche, le grandi sequoie, la limonaia; le case rurali , abitate dai contadini al piano primo e dagli animali da corte al piano terreno, con i loro forni a legna; gli opifici come i mulini, i frantoi e le segherie, allocati lungo la forra dove traevano una fonte di energia, concorrevano a creare un meccanismo capace di essere autonomo e che si innestava nel contesto naturale senza alterare l'ecosistema . Da qui nasce il principio fondamentale con cui si interagisce con l'ambiente. Seguire il bello. Il bello come buono. “L'olivo quando si pota deve essere bello, per produrre maggiormente!” Con l'obbiettivo di armonizzare il territorio al bello, si è da sempre imperniato il duro sopravvivere, lasciando dietro di sé l'eredità più preziosa, la toscana.
 

Fattoria di Ceppeto - via Ceppeto 92 - Lamporecchio (Pt)  - Toscana - Italia  -  info@ceppeto.it